UN MONDO DI PELLEGRINI Pellegrini alla tomba di

  • Slides: 28
Download presentation
UN MONDO DI PELLEGRINI

UN MONDO DI PELLEGRINI

Pellegrini alla tomba di Santo Stefano

Pellegrini alla tomba di Santo Stefano

Pellegrini alla tomba di San Nicola

Pellegrini alla tomba di San Nicola

Cattedrale di Santiago de Compostela

Cattedrale di Santiago de Compostela

Pellegrini in cammino verso Gerusalemme

Pellegrini in cammino verso Gerusalemme

Benedizione dei pellegrini crociati

Benedizione dei pellegrini crociati

Il GIUBILEo UN MOTORE DELL’ECONOMIA ROMANA DAL 1300

Il GIUBILEo UN MOTORE DELL’ECONOMIA ROMANA DAL 1300

I 26 giubilei ordinari: • • • • 1300: BONIFACIO VIII 1350: CLEMENTE VII

I 26 giubilei ordinari: • • • • 1300: BONIFACIO VIII 1350: CLEMENTE VII 1390: BONIFACIO IX 1400: BONIFACIO IX 1423: MARTINO V 1450: NICCOLÒ V 1475: SISTO IV 1500: ALESSANDRO VI 1525: CLEMENTE VII 1550: PAOLO III e GIULIO III 1575: GREGORIO XIII 1585: SISTO V 1590: SISTO V 1600: CLEMENTE VIII • • • • 1625: URBANO VIII 1650: INNOCENZO X 1675: CLEMENTE X 1700: INNOCENZO XII e CLEMENTE XI 1725: BENEDETTO XIII 1750: BENEDETTO XIV 1775: CLEMENTE XIV e PIO VI 1825: LEONE XII 1875: PIO IX 1925: PIO XI 1950: PIO XII 1975: PAOLO VI 2000: GIOVANNI PAOLO II Nel 1800 e nel 1850 non fu indetto il Giubileo a causa delle circostanze politiche del tempo. A questo elenco ci sono da aggiungere 132 giubilei straordinari.

1300: primo giubileo

1300: primo giubileo

Strade e itinerari

Strade e itinerari

1300 -1875 Un unico grande cantiere • • • 53 interventi nelle 4 basiliche

1300 -1875 Un unico grande cantiere • • • 53 interventi nelle 4 basiliche patriarcali 323 interventi in 149 chiese 19 interventi in 17 collegi e biblioteche 9 interventi in conventi e monasteri 21 interventi in 13 ospedali e ospizi 51 interventi in 29 palazzi nobiliari 40 interventi in ponti, strade, porti, stazioni 12 grandi fontane, 350 fontane minori 6 obelischi

Tra fede e finanza • 1300 - BONIFACIO VIII: affermazione della Chiesa di Roma;

Tra fede e finanza • 1300 - BONIFACIO VIII: affermazione della Chiesa di Roma; occasione finanziaria; culto dei SS. Pietro e Paolo • 1350 - CLEMENTE VII: Papa ad Avignone ma grande afflusso pellegrini (salvezza dopo la grande peste); S. Giovanni in Laterano • 1390 e 1400 - BONIFACIO IX: grandi occasioni finanziarie (banchieri fiorentini, mercante Datini di Prato); ampliamento del circuito (S. Maria Maggiore); lavori di viabilità • 1423 – MARTINO V: lavori alle chiese; coinvolgimento dei cittadini • 1450 – NICCOLO’ V: grandi progetti di rinnovamento urbanistico (L. B. Alberti, B. Rossellino); lavori ai ponti (p. Milvio, Nomentano, S. Angelo, Cestio) ma enorme afflusso di pellegrini (morte di 200 pellegrini su ponte S. Angelo); vendita delle indulgenze • 1475 – SISTO IV: costruzione ponte Sisto; apertura nuove strade (via Sistina); stretta fiscale alle dogane di transito; progetto Cappella Sistina; scarsa affluenza (inondazione del Tevere e peste);

Servizi per i pellegrini

Servizi per i pellegrini

Fabbrica di San Pietro

Fabbrica di San Pietro

Grandiosità della Roma rinascimentale • 1500 – ALESSANDRO VI: splendore rinascimentale; mecenatismo (abbellimenti e

Grandiosità della Roma rinascimentale • 1500 – ALESSANDRO VI: splendore rinascimentale; mecenatismo (abbellimenti e opere d’arte: Pietà di Michelangelo) feste e attività ludico-spettacolari; costruzione nuove fontane; lavori a Castel S. Angelo • 1525 – CLEMENTE VII: riforma protestante; insuccesso del giubileo ma censimento registraordinaria crescita economia cittadina; lavorano a Roma artisti come Michelangelo (affreschi della Sistina scoperti nel 1512) , Raffaello, Giulio Romano • 1550 – PAOLO III e GIULIO III: ”Roma città ordinata” grandi lavori dopo il Sacco di Roma del 1527 (il Tridente, via Giulia; palazzo Farnese); misure di controllo del territorio e di approvvigionamento dei generi alimentari (calmiere per i prezzi) • 1575 – GREGORIO XIII: Papa soldato; affermazione dell’ordine e del decoro di Roma; giro delle Sette Chiese; grandi lavori per il rifornimento idrico acquedotti e fontane (Acqua Vergine; piazza del Popolo, Colonna, Pantheon); granai • 1585 e 1590 – SISTO V: lavori grandiosi alle basiliche maggiori (cupola S. Pietro); obelischi(piazza del Popolo, S. Pietro; S. Maria Maggiore, Laterrano); fontane

San Pietro e Castel Sant’Angelo 1850

San Pietro e Castel Sant’Angelo 1850

Popolazione attiva a Roma nel 1525 • Popolazione: 54. 000 abitanti • Grande afflusso

Popolazione attiva a Roma nel 1525 • Popolazione: 54. 000 abitanti • Grande afflusso di stranieri (10% popolazione) • Addetti per settori: 30% alimentari; 30% tessili e abbigliamento; 20% edilizia; 20% altre attività • Settore edile: 27% muratori; 25% falegnami; 21% fabbri; 9% imbianchini; 11% marmisti e tagliatori di pietre; 4% vetrai; 3% fornaciai

Tra Controriforma e cultura • 1600 – CLEMENTE VIII: celebrazioni fastose; riaffermazione potere della

Tra Controriforma e cultura • 1600 – CLEMENTE VIII: celebrazioni fastose; riaffermazione potere della Chiesa di Roma; lavori in molte chiese (Gesù) • 1625 – URBANO VIII: apertura della Porta Santa; potenziamento militare e difensivo della città; lavori in ospedali, ospizi, carceri • 1650 – INNOCENZO X: risorse finanziarie concentrate su pochi interventi di impatto e valenza simbolica (avvio lavori colonnato S. Pietro di Bernini; S. Pietro in Montorio; S. Ivo alla sapienza di Borromini; S. Giovanni in Laterano) • 1675 – CLEMENTE X: grandi lavori alle strade consolari e ai servizi di trasporto; pubblicata la prima guida moderna di Roma; grandi collezioni private e commercio di opere d’arte • 1700 – INNOCENZO XII e CLEMENTE XI: impegno attività assistenziali (ospizi, asili, ospedali); fontana di Trevi • 1725 – BENEDETTO XIII: alle motivazioni religiose si aggiungono le motivazioni artistiche e culturali (Grand Tour), lavori per biblioteche e gallerie; scalinata di Trinità dei Monti; impegno attività assistenziali (ospizi, asili, ospedali, S. Maria della Pietà, S. Gallicano); • 1750 – BENEDETTO XIV: manutenzione delle strade e impegno nella sicurezza; lavori alle Chiese in tutto lo Stato Pontificio • 1775 – CLEMENTE XIV e PIO VI: imposizione fiscale per finanziare lavori alle infrastrutture e ai servizi di trasporto; approvvigionamento di generi alimentari (grano, carni olio; attività delle confraternite nella gestione dei pellegrini (ad es. Trinità dei Pellegrini alloggiò 130. 000 penitenti fornendo 333. 000 pasti)

Basilica di San Giovanni

Basilica di San Giovanni

G. L. Bernini: San Pietro in Montorio

G. L. Bernini: San Pietro in Montorio

Tra ‘ 800 e ‘ 900: meno arte, più politica • 1825 – LEONE

Tra ‘ 800 e ‘ 900: meno arte, più politica • 1825 – LEONE XII: giubileo della Restaurazione: recupero della motivazione religiosa e sobrietà dei costumi (osterie e taverne chiuse durante le prediche); nessuna innovazione urbanistica, ripulitura chiese; avvio lavori alla Basilica di S. Paolo distrutta da un incendio • 1875 – PIO IX: giubileo “anti-italiani” con il Papa chiuso in Vaticano; S. Lorenzo fuori le Mura e cimitero monumentale del Verano; stazione ferroviaria di Termini • • • 1900 – LEONE XIII 1925 – PIO XI 1950 – PIO XII 1975 – PAOLO VI 2000 – GIOVANNI PAOLO II: occasione di rilancio del turismo a Roma

Basilica di San Paolo

Basilica di San Paolo

La Porta Santa nel 1725

La Porta Santa nel 1725

La Porta Santa nel 1950

La Porta Santa nel 1950

Giubileo 1875

Giubileo 1875