Tempi di lavoro tempi di conciliazione tempi della

  • Slides: 10
Download presentation
Tempi di lavoro, tempi di conciliazione, tempi della città M. Carmen Belloni - Università

Tempi di lavoro, tempi di conciliazione, tempi della città M. Carmen Belloni - Università di Torino carmen. [email protected] it Seminario Orari di lavoro, competitività e Torino, 25 febbraioconciliazione 2011

I tre sistemi temporali sist. tempi lavoro Modello fordista: Sostanziale integrazione sist. tempi città

I tre sistemi temporali sist. tempi lavoro Modello fordista: Sostanziale integrazione sist. tempi città sist. tempi fam. /individ

Integrazione dei tempi nel modello fordista Il tempo di lavoro trasferisce il proprio ritmo

Integrazione dei tempi nel modello fordista Il tempo di lavoro trasferisce il proprio ritmo alla città Ritmi urbani • i tempi familiari e dei singoli componenti sono improntati sul tempo di lavoro del capofamiglia • il coordinamento dei tempi spetta alle donne • i ritmi individuali e familiari riproducono e definiscono i ritmi della città

Nel postfordismo I tre sistemi temporali diventano • difficilmente integrabili • spesso conflittuali e

Nel postfordismo I tre sistemi temporali diventano • difficilmente integrabili • spesso conflittuali e incompatibili • Ingresso delle donne nel mercato del lavoro • Flessibilizzazione dei tempi di lavoro • Organizzazioni familiari più complesse • Ampliamento delle funzioni urbane spinte all’integrazione con politiche dei tempi e orari de L 142/1990; L 53/2000; L 248/2006 ecc.

Nel postfordismo avanzato a 10 anni dalla legge sui tempi Aumenta l’inconciliabilità dei tre

Nel postfordismo avanzato a 10 anni dalla legge sui tempi Aumenta l’inconciliabilità dei tre sistemi temporali tempi di lavoro Parole chiave: • variabilità • imprevedibilità • discontinuità • irregolarità • Non continuità del lavoro • Flessibilità richiesta al lavoratore • Terziarizzazione delle attività produttive Il tempo assume carattere di saturazione a-ritmicità

Tempi familiari/individuali Cambiamenti strutturali Ømaggiore presenza delle donne sul mdl Øallungamento durata della vita

Tempi familiari/individuali Cambiamenti strutturali Ømaggiore presenza delle donne sul mdl Øallungamento durata della vita Øprolungamento permanenza in Presenza di tempi di famiglia Esercizi di conciliazione lavoro individuali dei figli (prevalentem. femminili) diversificati, variabili, imprevedibili ecc. La famiglia è in forte difficoltà a divenire un sistema armonico dei tempi individuali

Tempi familiari/individuali Cambiamenti culturali Øindividualizzazione della società Ørifiuto dell’assunzione del t. Presenza di tempi

Tempi familiari/individuali Cambiamenti culturali Øindividualizzazione della società Ørifiuto dell’assunzione del t. Presenza di tempi di lavoro a modello del tempo di individuali vita Effetti su: diversificati, variabili, Effetti su: Organizzazioni familiari imprevedibili • Organizzazione familiare Relazioni interpersonali • Relazioni interpersonali Richieste alla famiglia: funzionamento 24/24 h all’esterno (città): risposte a

Tempi della città Effetti sul sistema spaziotemporale la variabilità, la discontinuità e la non

Tempi della città Effetti sul sistema spaziotemporale la variabilità, la discontinuità e la non regolarità dei tempi lavorativi genera saturazione degli spazi aumentando la città deve provvedere a mobilità ed annullandolai ritmi • gestire gli effetti della variabilità dei tempi individuali (effetto fuzzy: perdita dei ritmi) e della complessa mobilità sul territorio (effetto saturazione: continuità dei flussi di spostamento) • erogare servizi rispondenti a bisogni mutevoli di popolazioni diverse • gestire la contraddizione dei suoi operatori (al

Quali prospettive per la conciliazione dei tre sistemi temporali? Le applicazioni della legge sui

Quali prospettive per la conciliazione dei tre sistemi temporali? Le applicazioni della legge sui piani dei tempi vanno riformulate (del resto già ora tendono a sviluppare azioni di sostegno alla relazione e all’integrazione) L’Ente pubblico potrebbe: • porsi come mediatore tra sistemi orari e temporalità coesistenti facilitando la messa a sistema e l’approccio cooperativo tra time giver • mirare alla realizzazione di servizi non standardizzati per tipi diversi di situazioni orientando alla compartecipazione tra soggetti erogatori e richiedenti servizi • sostenere la formazione e la diffusione di modelli paritari del tempo nelle organizzazioni domestiche

Accesso a microdati in open source ww. torinosociallab. org

Accesso a microdati in open source ww. torinosociallab. org