Parametri vitali Ver 0 1 PARAMETRI VITALI Rilevazione

  • Slides: 37
Download presentation
Parametri vitali Ver 0. 1

Parametri vitali Ver 0. 1

PARAMETRI VITALI Rilevazione e riconoscimento delle alterazioni con simulazione di casi clinici (medici) dei

PARAMETRI VITALI Rilevazione e riconoscimento delle alterazioni con simulazione di casi clinici (medici) dei principali parametri vitali (saturazione, frequenza respiratoria, pressione arteriosa, frequenza e caratteristiche del polso radiale, refilling capillare)

OBIETTIVI Valutare la dinamica in modo corretto Acquisire e memorizzare un metodo per valutare

OBIETTIVI Valutare la dinamica in modo corretto Acquisire e memorizzare un metodo per valutare il paziente Riconoscere le situazioni pericolose per la vita

VALUTAZIONE PRIMARIA “COLPO D’OCCHIO” (non fa parte della sequenza ABCDE) Prima di toccare la

VALUTAZIONE PRIMARIA “COLPO D’OCCHIO” (non fa parte della sequenza ABCDE) Prima di toccare la vittima, il soccorritore valuta globalmente e sommariamente la gravità del paziente : » vitalità? » postura/posizione? » colorito cutaneo? » si muove spontaneamente?

Algoritmo universale Sicurezza della scena Valutazione PRIMARIA (A – B – C) Risponde PROSECUZIONE

Algoritmo universale Sicurezza della scena Valutazione PRIMARIA (A – B – C) Risponde PROSECUZIONE valutazione A-B-C Valutazione SECONDARIA NON Risponde PERVIETA’ delle vie aeree Respiro efficace Valutazione presenza RESPIRO (manovra G. A. S. ) Rilevazione dei PARAMETRI VITALI Valutazione segni di CIRCOLO 30 compressioni toraciche 2 ventilazioni

E’ sabato, sono le 21. 30. Arriva dalla C. O. un servizio. All’arrivo sul

E’ sabato, sono le 21. 30. Arriva dalla C. O. un servizio. All’arrivo sul posto, ad accogliervi, c’è una donna notevolmente agitata. Cosa fai? Le urli di calmarsi, dicendole che l’agitazione non serve a nulla e che vi sta facendo perdere tempo Ti fermi alcuni minuti a parlarle per tranquillizzarla e la fai sedere Tranquillizzi la donna e ti fai spiegare l’accaduto mentre lei ti accompagna dal marito.

La tua reazione ha peggiorato la sua ansia, le urla hanno avvicinato i curiosi…

La tua reazione ha peggiorato la sua ansia, le urla hanno avvicinato i curiosi… (e qualcuno in casa sta male!)

La signora si è tranquillizzata, ma hai perso tempo prezioso

La signora si è tranquillizzata, ma hai perso tempo prezioso

Entrate in casa. Il Sig. Rossi è seduto, la mano sul petto, il viso

Entrate in casa. Il Sig. Rossi è seduto, la mano sul petto, il viso teso e sofferente. La moglie vi spiega che mangiando hanno avuto una discussione, il marito si è agitato ed ha iniziato a sentire un dolore al petto Inizi la valutazione primaria, i tuoi colleghi preparano, il materiale per la rilevazione dei parametri vitali Osservi la meravigliosa tappezzeria e pensi che starebbe molto bene in casa tua Avvicini la sedia portaferiti per accompagnare la persona in ambulanza e rapidamente in ospedale

Il paziente deve essere stabile prima del trasferimento in ospedale (e ci sono gli

Il paziente deve essere stabile prima del trasferimento in ospedale (e ci sono gli strumenti per farlo…)

Il sig. Rossi è vigile e cosciente, lievemente tachipnoico , polso radiale tachicardico Tranquillizzate

Il sig. Rossi è vigile e cosciente, lievemente tachipnoico , polso radiale tachicardico Tranquillizzate i signori Rossi dicendo loro che non è nulla di allarmante e ve ne andate Prosegui con la valutazione secondaria rilevando i parametri vitali Vi preoccupate immediatamente di quello che avete rilevato e informate la signora che suo marito sta rischiando la vita. Per sicurezza pre-allarmate anche la C. O.

… può succedere che due metri di terra seppelliscano la tua sicurezza. .

… può succedere che due metri di terra seppelliscano la tua sicurezza. .

Probabile un “coccolone” anche alla signora…

Probabile un “coccolone” anche alla signora…

Cosa utilizzi per la rilevazione dei parametri vitali? Lo sfigmomanometro, glucometro il saturimetro, il

Cosa utilizzi per la rilevazione dei parametri vitali? Lo sfigmomanometro, glucometro il saturimetro, il Lo sfigmomanometro e un saturimetro Il tatto, lo sguardo, il saturimetro, sfigmomanometro, il fonendoscopio lo

Il polso devi rilevarlo con le dita per avere sentore dell’ampiezza, regolarità… La cute

Il polso devi rilevarlo con le dita per avere sentore dell’ampiezza, regolarità… La cute e le pupille devi guardarle… Per rilevare la PAO è necessario il fonendoscopio (essenziale anche per l’auscultazione)! La glicemia, può essere utile, ma non è un parametro vitale

Ricorda che la FC è un parametro vitale Può essere facilmente reperita con un

Ricorda che la FC è un parametro vitale Può essere facilmente reperita con un saturimetro, ma questo non sempre è affidabile in caso di alterazioni del polso (ritmo, intensità)

Valuti il polso del sig. Rossi per 15 secondi (105 b/min, regolare, pieno) e

Valuti il polso del sig. Rossi per 15 secondi (105 b/min, regolare, pieno) e poi comprimi per qualche secondo l’unghia di un dito. Il paziente ti chiede cosa stai facendo… Non rispondi e continui nella valutazione secondaria preparandoti a prendere la pressione Spieghi al sig. Rossi la valutazione del polso e la motivazione della valutazione del riempimento capillare Rispondi che ti hanno detto che bisogna fare così e tu lo fai

I coniugi Rossi non sono molto felici di non avere informazioni… e decidono di

I coniugi Rossi non sono molto felici di non avere informazioni… e decidono di isolarvi

Misuri la Pressione arteriosa del paziente… Chiedi al sig. Rossi quali sono i suoi

Misuri la Pressione arteriosa del paziente… Chiedi al sig. Rossi quali sono i suoi valori abituali e decidi che la misurazione verrà fatta dall’infermiere all’arrivo al pronto soccorso Spieghi al sig. Rossi che la pressione puoi prenderla anche se è in piedi ed eviti di usare il fonendoscopio per non spaventarlo Chiedi al sig. Rossi di sedersi rilassato, con il braccio a livello del cuore, le gambe non accavallate. Posizioni il bracciale tre cm sopra la regione cubitale e il fonendoscopio sull’arteria brachiale. Gonfi il manicotto palpando contemporaneamente il polso radiale

La misurazione della pressione arteriosa è un’operazione che richiede solo un po’ di pratica

La misurazione della pressione arteriosa è un’operazione che richiede solo un po’ di pratica e può essere svolta dal Volontario per controllare questo importante parametro vitale

E’ consigliabile misurare la PAO con il paziente seduto o disteso… utilizzando il fonendoscopio

E’ consigliabile misurare la PAO con il paziente seduto o disteso… utilizzando il fonendoscopio per poter rilevare anche la pressione minima

La PAO del paziente è 140/90, valuti la Frequenza Respiratoria, la cute e le

La PAO del paziente è 140/90, valuti la Frequenza Respiratoria, la cute e le pupille Valuti la simmetria dell’espansione toracica, senti se ci sono rumori respiratori e l’eventuale presenza di tosse. Controlli il colore delle mucose e la dimensione e reazione delle pupille Inizi ad auscultare con il fonendoscopio la zona toracica e la schiena del paziente alla ricerca di rumori e sibili anomali Ribadisci al sig. Rossi che va tutto bene, visto che la misurazione della pressione è “quasi normale”. Consigli ai signori di stare tranquilli e di rivolgersi domani al loro medico curante

Stiamo giocando al medico? ?

Stiamo giocando al medico? ?

Termini la valutazione secondaria raccogliendo informazioni con il metodo S. A. M. P. L.

Termini la valutazione secondaria raccogliendo informazioni con il metodo S. A. M. P. L. E. , fai una rapida valutazione della presenza di dolore con lo schema O. P. Q. R. S. T. Non hai memorizzato questa metodica e in ogni caso la ritieni una perdita di tempo in quanto non sei un professionista Il sig. Rossi ti spiega nel dettaglio i suoi vari problemi e puoi compilare uno schema completo, utile per l’infermiere di triage E’ una valutazione in itinere che si po’ fare anche quando il paziente è sul mezzo di soccorso

 • • • S – segni e sintomi A – allergie a farmaci

• • • S – segni e sintomi A – allergie a farmaci o altre sostanze M – medicine, terapie in atto, farmaci che assume P – patologie pregresse o in atto L – tempo dall’ultimo pasto E – eventi, circostanze in cui si è verificato il malessere • • • O (onset) – esordio, modalità di insorgenza P (pallation/provocation) – Alleviamento o peggioramento Q (quality) – descrizione del dolore R (radiation) – irradiazione, spostamento del dolore S (severity) – intensità, quantificabile in una scala da 1 a 10 T (time) – tempo, da quando è cominciato, quanto dura

La’ dove parla l’ignoranza l’intelligenza sorride in silenzio…

La’ dove parla l’ignoranza l’intelligenza sorride in silenzio…

Se il paziente dovesse entrare in stato di incoscienza sul mezzo di soccorso non

Se il paziente dovesse entrare in stato di incoscienza sul mezzo di soccorso non sarebbe più in grado di riferire alcun dato

Mentre ti stai occupando del sig. Rossi, possono essere utili il o i tuoi

Mentre ti stai occupando del sig. Rossi, possono essere utili il o i tuoi colleghi volontari? Si, predispongono le attrezzature che possono servire nella valutazione e si occupano della signora Rossi, raccogliendo eventuali informazioni utili No, per non intralciare si posizionano in un angolo aspettando che sia finita la valutazione No, possono mettersi a chiaccherare con la signora Rossi, sorseggiando con lei il caffè, che si è premurata di preparare per dei “giovanotti simpatici e gentili”

E’ giusto non ingombrare, ma potresti essere utile: Sei PARTE dell’EQUIPE

E’ giusto non ingombrare, ma potresti essere utile: Sei PARTE dell’EQUIPE

E’ giusto occuparsi anche dei parenti… ma i parenti non devono occuparsi di voi.

E’ giusto occuparsi anche dei parenti… ma i parenti non devono occuparsi di voi. .

… e adesso trasportiamo il sig. Rossi in ospedale. Pronti? • Sedia portantina pronta?

… e adesso trasportiamo il sig. Rossi in ospedale. Pronti? • Sedia portantina pronta? • Cartelle cliniche, precedenti esami ci sono? • Abbiamo chiesto alla C. O. dove andare? • La signora è pronta a seguirci? • ………

Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano, ma se non lo facessimo

Quello che noi facciamo è solo una goccia nell’oceano, ma se non lo facessimo l’oceano avrebbe una

Per suggerimenti, correzioni e precisazioni: wikislides@gmail. com

Per suggerimenti, correzioni e precisazioni: [email protected] com