LA PROGETTAZIONE DELLOFFERTA FORMATIVA DIRSCUOLA LA PROGETTAZIONE DELLOFFERTA

  • Slides: 23
Download presentation
LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA DIRSCUOLA

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA DIRSCUOLA

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Lo scenario normativo L’Identità Lavorare per obiettivi e per progetti

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Lo scenario normativo L’Identità Lavorare per obiettivi e per progetti nel contesto dell’autonomia scolastica

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA La norma fondamentale «Le istituzioni scolastiche sono espressioni di autonomia

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA La norma fondamentale «Le istituzioni scolastiche sono espressioni di autonomia funzionale e provvedono alla definizione e alla realizzazione dell’offerta formativa, nel rispetto delle funzioni delegate alle Regioni e dei compiti e funzioni trasferiti agli Enti Locali, ai sensi degli articoli 138 e 139 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112» [1] art. 1, DPR 275/1999.

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Inoltre: « Ogni istituzione scolastica predispone, con la partecipazione di

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Inoltre: « Ogni istituzione scolastica predispone, con la partecipazione di tutte le sue componenti, il Piano dell’Offerta Formativa. Il Piano dell’offerta formativa è elaborato dal Collegio dei docenti sulla base degli indirizzi generali per le attività della scuola e delle scelte generali di gestione e di amministrazione definiti dal Consiglio di circolo o di istituto, tenuto conto delle proposte e dei pareri formulati dagli organismi e dalle associazioni anche di fatto dei genitori e, per le scuole secondarie superiori, degli studenti.

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Principi affermati: Responsabilità dei dirigenti Separazione fra potere politico e

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Principi affermati: Responsabilità dei dirigenti Separazione fra potere politico e gestione Separazione tra potere di indirizzo e controllo Distinzione tra amministrazione e gestione Trasparenza della pubblica amministrazione Con la riforma del Titolo V della Costituzione: Sussidiarietà Tutela costituzionale dell’autonomia

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Le altre norme: 1 - Legge 15 marzo 1997, n.

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Le altre norme: 1 - Legge 15 marzo 1997, n. 59, Delega al Governo per il conferimento di funzioni e compiti a regioni ed enti locali, per la riforma della Pubblica Amministrazione e per la semplificazione amministrativa. 2 - D. Lgs 31 marzo 1998, n. 112, Conferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle Regioni ed agli Enti locali, in attuazione del Capo I della legge 15 marzo 1997, n. 59, ed in particolare: - art 138: programmazione dell’offerta formativa integrata - art. 141: formazione e certificazione - art. 142: standard e crediti formativi. 3 - D. lgs. 30 luglio 1999, n. 300, Riforma dell’organizzazione del Governo. 4 - DPR 6 novembre 2000 n. 347, Regolamento recante norme di organizzazione del Ministero della Pubblica Istruzione, con la soppressione dei Provveditorati e nascita delle Direzioni regionali del MIUR. 5 - Legge 18 ottobre 2001 n. 3, Modifiche al titolo V della parte seconda della Costituzione.

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Per il coinvolgimento delle Regioni e degli Enti Locali e

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Per il coinvolgimento delle Regioni e degli Enti Locali e quindi per l’affermazione di politiche di integrazione di sistemi: 1 - Legge 28 marzo 2003, n. 53, Delega al Governo per la definizione delle norme generali sull’istruzione e dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione e formazione professionale (con i successivi decreti legislativi) 2 - Legge 14 febbraio 2003, n. 30, Delega al Governo in materia di occupazione e mercato del lavoro (in particolare l’art. 2 per ciò che concerne , le attività formative in apprendistato, i tirocini formativi e l’alternanza

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Il progetto dei progetti: il POF “E’ il documento fondamentale

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Il progetto dei progetti: il POF “E’ il documento fondamentale costitutivo dell’identità culturale e progettuale delle istituzioni scolastiche ed esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa che le singole scuole adottano nell’ambito della loro autonomia” (art. 3, DPR 275/99)

IL POF RAPPRESENTA L’IDENTITA’ “Le organizzazioni diventano istituzioni quando incorporano valori, ossia quando da

IL POF RAPPRESENTA L’IDENTITA’ “Le organizzazioni diventano istituzioni quando incorporano valori, ossia quando da semplici strumenti (neutri, tecnici, anonimi) acquistano una IDENTITA’ DISTINTIVA. (. . . ) E’ a livello dell’istituzione che si verifica la volontà politica degli uomini di mobilitarsi per definire degli scopi e raggiungerli” (P. Selznick)

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Il Piano è adottato dal consiglio di circolo o di

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Il Piano è adottato dal consiglio di circolo o di istituto. Ai fini di cui al comma 2, il dirigente scolastico attiva i necessari rapporti con gli Enti locali e con le diverse realtà istituzionali, culturali, sociali ed economiche operanti sul territorio» . [2] articolo 3, DPR 275/1999 cit.

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA CARATTERISTICHE Strumento ordinario di esercizio dell'autonomia Assunzione di responsabilità del

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA CARATTERISTICHE Strumento ordinario di esercizio dell'autonomia Assunzione di responsabilità del singolo istituto circa l'offerta formativa Incontro con la domanda formativa Definizione organica e non segmentata del Piano di attività ARTICOLAZIONI Il progetto educativo Le aree-obiettivo Le sub-aree Le variabili di contesto e le risorse L'organizzazione - I ruoli e i compiti I controlli

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA Il POF è la definizione del contratto formativo con

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA Il POF è la definizione del contratto formativo con l’utenza e rappresenta un considerevole salto di qualità La fase di pianificazione prevede la traduzione a livello di sistema di obiettivi politico-sociali in piani di intervento espressi per grandi linee di sviluppo, La fase di programmazione prevede la declinazione degli obiettivi generali in piani di formazione in cui vengono indicati progetti, obiettivi e metodi, procedure e struttura organizzativa

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA Il contratto formativo E’ il passaggio dalla scuola dei

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA Il contratto formativo E’ il passaggio dalla scuola dei progetti al “progetto scuola” unitario, condiviso, partecipato e coerente ma soprattutto visibile fuori dell'istituzione scolastica. è la capacità di determinare l'incontro con la domanda formativa attraverso una precisa e trasparente assunzione di responsabilità circa l'offerta formativa cioè un vero e proprio contratto formativo che l'istituto stesso è è in grado di offrire.

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA Il contratto formativo garantisce la qualità del servizio e

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA Il contratto formativo garantisce la qualità del servizio e definisce l’offerta nella sua complessità la programmazione investe l'Istituto scolastico non come insieme di singoli o di gruppi ma come organismo complesso si diffonde nella scuola la cultura dell'organizzazione l'istituto scolastico è percepito come contesto organizzato E’ il primo passo per lo sviluppo di un ambito di operatività di gruppi professionalmente responsabili

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA La strutturazione del POF La definizione dell’offerta formativa -richieste

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA La strutturazione del POF La definizione dell’offerta formativa -richieste di innovazione( variabili esterne), cui corrisponde all'interno la ricerca o la produzione di curricoli in relazione con la domanda e i bisogni produttivi e le offerte occupazionali del territorio richieste di servizi cui fa fronte l'analisi di potenzialità e di funzionalità delle risorse di istituto; - sinergie: analisi delle possibiltà di reperimento esterno di collaborazioni

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA Il potenziale creativo e propositivo - il saper porre

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA Il potenziale creativo e propositivo - il saper porre in essere elementi di cambiamento relativamente all'innovazione dei curricoli, dei metodi - l'utilizzo di nuovi ambienti di apprendimento e di formazione (p. es. i pacchetti multimediali e le unità di apprendimento autonomo ecc. ) - la capacità di prospettare soluzioni creative o di ipotizzare e progettare nuove strategie

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA Il livello organizzativo L'identificazione del livello organizzativo deve concernere

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA Il livello organizzativo L'identificazione del livello organizzativo deve concernere la scelta degli stili di conduzione e di gestione, i supporti alla gestione dei progetti, le procedure e la comunicazione interna e i rapporti , le relazioni con le risorse esterne

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Analisi dei fabbisogni VARIABILI ESTERNE Situazione socio-ambientale Bisogni produttivi e

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Analisi dei fabbisogni VARIABILI ESTERNE Situazione socio-ambientale Bisogni produttivi e occupazionali del territorio Richieste di servizi Presenza di risorse e di collaborazioni esterne VARIABILI INTERNE Rilevazione situazioni a rischio Analisi risorse interne (di personale, di struttura, finanziarie) Analisi know how di istituto Cultura dell'innovazione Sinergie di rete

UNIONE EUROPEA - Bandi di gara - Convenzioni - Contratti AZIENDE/ENTI - Progetto formativo

UNIONE EUROPEA - Bandi di gara - Convenzioni - Contratti AZIENDE/ENTI - Progetto formativo - IFTS - Convenzioni di stage - Contratti vari MINISTERO - Linee di indirizzo - Bandi di gara - Atti amministrativi REGIONE/ENTI LOCALI - Normativa - Progetto formativo - Protocolli di intesa - Convenzioni /Reti SCUOLA ASSOCIAZIONI -Accordi di cooperazione - Servizi AGENZIE FORMATIVE -Accordi di cooperazione - ATS/ ATI - Contratti PARTI SOCIALI - Protocolli d’intesa - Convenzioni ALTRE SCUOLE - Reti/ Consorzi - Contratti - Progetti formativi

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Ideazione Definizione del contesto esterno (bacino di utenza, analisi socio

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA Ideazione Definizione del contesto esterno (bacino di utenza, analisi socio economica del territorio, analisi delle opportunità…) Rilevazione dei bisogni formativi Definizione del contesto interno (alunni, risorse umane, risorse economiche, servizi…) Dai bisogni al progetto: prima ipotesi per lo studio di fattibilità

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA Il processo di definizione di un progetto di istituto

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA Il processo di definizione di un progetto di istituto può pertanto essere così sintetizzato: a) individuazione dei bisogni dell'utenza sia attraverso una valutazione interna (che cosa serve agli alunni secondo la valutazione dei docenti) sia secondo la valutazione esterna ( che cosa si aspettano dalla scuola le famiglie e gli studenti); b) analisi delle risorse intese come persone, strumenti, mezzi finanziari, know-how di istituto; c) definizione della qualità del servizio, definizione delle priorità, analisi fini/mezzi e costi/benefici d) definizione dell'offerta formativa nelle sue componenti: analisi, disegno del progetto e dei sottoprogetti , piano delle attività e degli indicatori di qualità per gli interventi di monitoraggio e valutazione

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA La definizione di un Progetto di istituto procede innanzi

IL POF NELLA SCUOLA DELL’AUTONOMIA La definizione di un Progetto di istituto procede innanzi tutto dalla individuazione degli elementi di complessità e dalla relativa scomposizione di tali elementi in sottoprogetti coerenti con gli obiettivi complessivi. L'insieme dei progetti che compongono l'offerta formativa complessiva costituisce l' esplicita dichiarazione all'utenza del modello gestionale e del programma didattico educativo ma perché sia chiaramente percepito dall'utenza, in nome della trasparenza reale di un pubblico servizio, deve essere articolata in sottoprogetti coerenti con il piano generale.

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA AMBITI DI INTERVENTO Definizione dell'offerta formativa Definizione della qualità del

LA PROGETTAZIONE DELL’OFFERTA FORMATIVA AMBITI DI INTERVENTO Definizione dell'offerta formativa Definizione della qualità del servizio Organizzazione delle comunicazioni interne Organizzazione integrata delle relazioni esterne Strutturazione delle attività Project management Organizzazione del management Supporti alla gestione Supporti all'innovazione Analisi dei fabbisogni Vincoli – Risorse Autoanalisi del know how di istituto Standard Monitoraggio - Informazione