Geografia UE Geografia dellUE Simone Bozzato Geografia UE

  • Slides: 12
Download presentation
Geografia UE Geografia dell’UE • Simone Bozzato

Geografia UE Geografia dell’UE • Simone Bozzato

Geografia UE Import export • dal 2000 le importazioni dall’estero comunitario sono sempre state

Geografia UE Import export • dal 2000 le importazioni dall’estero comunitario sono sempre state maggiori rispetto ai flussi in uscita • L’Italia ha dunque avuto una posizione di progressivo indebolimento

Geografia UE Sono cambiati i partner di scambio commerciale? • Francia e Germania sono

Geografia UE Sono cambiati i partner di scambio commerciale? • Francia e Germania sono stati fino agli anni ’ 90 i primi partner commerciali, sia nelle politiche di import sia in quelle di export • La tendenza è variata profondamente negli anni a venire: Per l’import aumenta il traffico di merci con l’Europa dell’est, con presenze minori ma significative di USA e Cina La necessità strutturale di importare materie prime e semilavorati ha fortemente indebolito il saldo tra import ed export Per l’export i settori trainanti sono stati da sempre abbigliamento, calzature, elettrodomestici, mobili La incapacità nell’export verte profondamente intorno al progressivo aumento dei costi di produzione

Geografia UE Settori in difficoltà • Calzature, gioielleria, materiali per l’edilizia, bevande, prodotti della

Geografia UE Settori in difficoltà • Calzature, gioielleria, materiali per l’edilizia, bevande, prodotti della chimica e dei mezzi di trasporto • Resistono gli autoveicoli e i prodotti petroliferi raffinati, i tessuti e autoveicoli per l’edilizia, per l’industria alimentare e per la lavorazione della carta (dati al 2005 -2006)

Geografia UE Come invertire la tendenza? • - Per le politiche di import Miglior

Geografia UE Come invertire la tendenza? • - Per le politiche di import Miglior gestione del sistema agricolo Minor dipendenza dai canonici prodotti energetici con l’introduzione massiccia di energie alternative • - Per le politiche di export Buone prospettive nell’ampliamento Senza buone politiche di intesa comunitaria impossibile inversione di tendenza

Geografia UE Import globale e intracomunitario

Geografia UE Import globale e intracomunitario

Geografia UE Export globale e intracomunitario

Geografia UE Export globale e intracomunitario

La bilancia dei pagamenti Geografia UE

La bilancia dei pagamenti Geografia UE

Geografia UE BDT (bilancia dei pagamenti tecnologici) • Bilancia dei flussi di valuta acquisita

Geografia UE BDT (bilancia dei pagamenti tecnologici) • Bilancia dei flussi di valuta acquisita e degli esborsi subiti per transazioni economiche di tecnologie (Ufficio italiano di cambi) • Stati Uniti, Gran Bretagna Giappone saldo positivo, Italia, Germania e Francia negativo • L’Italia ha rapporti commerciali tecnologici molto importanti con la Francia, con gli Stati Uniti, con la Gran Bretagna, Germania e Paesi Bassi. Saldi positivi con la Francia, con Belgio, Spagna, e Grecia. • Saldo negativo con Gran Bretagna -98 mil. e Paesi Bassi -93 mil. • L’Italia produce tecnologie non Higt Tech

Geografia UE Dov’è il problema? • Quantità dei flussi economici squilibrata: Italia introduce misure

Geografia UE Dov’è il problema? • Quantità dei flussi economici squilibrata: Italia introduce misure dei flussi tecnologici nelle industrie in modo insoddisfacente • Incapacità di adeguarsi ai tempi per quel che riguarda la ricerca scientifica. • Spesa R&S: -2001, Italia 13. 572 + 8. 9% rispetto al 2000, con crescita maggiore nel privato e minore nel pubblico e chiaro tentativo di adeguarsi (fonte Ocse) -2001, Italia 1% sul PIL -2001, UE sul PIL 2% -2001, Svezia sul PIL 4. 27% -2001, Finlandia sul PIL 3. 41% -2001, Germania 2, 6% sul PIL 2. 6%

Geografia UE

Geografia UE

Geografia UE R&S • Attività di ricerca concentrata in Lombardia, Lazio e Piemonte •

Geografia UE R&S • Attività di ricerca concentrata in Lombardia, Lazio e Piemonte • Lombardia e Piemonte forte concentrazione nelle imprese • Lazio nell’amministrazione • Complessivamente nel centro-nord si concentra oltre l’ 80% di R&S